Panleucopenia felina: protegge il tuo gatto da questa malattia spesso fatale

La panleucopenia felina (a volte indicata come tempera felina) è una malattia estremamente contagiosa e spesso fatale dei gatti. Può anche infettare felini non domestici e altri animali come i procioni e alcuni membri della famiglia donnola come il visone. Non influisce sui cani.

La panleucopenia felina è causata da un virus strettamente correlato all'infezione del parvovirus canino (alcuni ceppi di parvovirus canino possono infettare i gatti) e come il parvovirus dei cani il virus può persistere nell'ambiente per un anno o più. Una volta una malattia comunemente osservata, la panleucopenia è ora relativamente rara in gran parte perché la maggior parte dei gatti domestici sono vaccinati e il vaccino è molto efficace. Nondimeno, la malattia persiste tra i gatti non vaccinati. Come nel caso del parvovirus nei cani, la forma felina della malattia viene trasmessa nei fluidi corporei e può persistere nell'ambiente. La trasmissione (su scarpe e abbigliamento) e la contaminazione ambientale possono essere notevolmente ridotti con una semplice igiene1.

La malattia si manifesta principalmente in gatti giovani e gattini e provoca grave depressione e letargia nonché febbre, vomito e diarrea. I gatti colpiti possono avere un numero molto basso di globuli bianchi (da cui il nome panleukopenia). Molti gatti subiscono un'infezione subclinica e non mostrano segni. Non tutti i gatti esposti diventano clinicamente malati ma i gatti esposti e quelli che sopravvivono alla malattia in piena regola hanno un'immunità a lungo termine dopo l'infezione.

?

La via dell'infezione è principalmente l'esposizione oronasale alle secrezioni o alle escrezioni o agli animali infetti o all'ambiente. Il virus entra rapidamente nel flusso sanguigno e si diffonde in tutte le parti del corpo. La malattia è spesso fatale con un tasso di mortalità del 75% nei gatti non trattati. Il recupero completo può richiedere diverse settimane2.

diagnosticata?

Una diagnosi presuntiva può essere fatta sulla base della storia e dei segni clinici, nonché di un numero di globuli bianchi molto basso. Test più sofisticati possono essere impiegati in grandi epidemie, ma generalmente non sono necessari.

?

Poiché si tratta di una malattia virale, il trattamento è in gran parte basato sui sintomi fino a quando il paziente inizia a riprendersi e solitamente consiste, nei casi più gravi, in ospedalizzazione per terapia endovenosa di fluidi e antibiotici. I sintomi più gravi si verificano nei primi 5-7 giorni.

Anche se se non curata la malattia può essere fatale, la terapia aggressiva precoce ha spesso successo. Nei gatti che sopravvivono, la reinfezione non si ripresenta, cioè hanno un'immunità per tutta la vita.

essere prevenuto?

È disponibile un vaccino molto efficace e molto sicuro che ha ridotto significativamente l'incidenza della panleucopenia. Tutti i gatti devono essere vaccinati conformemente alle raccomandazioni del Associazione americana dei praticanti felini e il tuo veterinario.

Come per molte malattie, la risposta sta nella prevenzione precoce e completa mediante efficaci procedure di vaccinazione. Assicurati di discutere questo e altri consigli sui vaccini come parte del programma generale di benessere per gatti.

Se avete domande o dubbi, dovreste sempre visitare o chiamare il vostro veterinario, sono la vostra migliore risorsa per garantire la salute e il benessere dei vostri animali domestici.

1. "Panoramica della panleucopenia felina". Merck Veterinary Manual. Luglio 2013. Web.

2. Scott, Fred W., DVM, PhD. E James Richards, DVM. "Virus della panleucopenia felina". La casa di Max. Web.

Guarda il video: 863-2 Videoconferenza con Supreme Master Ching Hai: SOS - Save the Planet, Multi-subtitles

Loading...

Lascia Il Tuo Commento