My Beautiful Daniel

Circa 13 anni fa, nel 2004, il mio primo gatto, Cuddles, doveva essere addormentato. Era il primo gatto che avessi mai avuto e l'avevo presa da quando avevo circa 8 anni - ha vissuto per quasi 21 anni. Entrai in una fase di depressione quando dovevo essere addormentata per numerose ragioni, sensi di colpa, rabbia, dolore ecc. Ed i miei genitori erano preoccupati che la perdita mi avrebbe mandato in una crisi di nervi. Non ero così male, ma essendo loro genitori, erano ovviamente preoccupati.

Una notte tornarono a casa da mio zio e dalla zia con due piccoli gattini piccolissimi. Un piccolo fagotto grigio di pelliccia, e un piccolo fascio di peli scuri, in un cesto morbido rotondo. Erano ovviamente troppo giovani per essere separati dalla madre, ma erano gattini da pista e probabilmente era stata divorata da un coyote o investita da un'auto.

Inutile dire che, essendo così giovani, si sono presi molta cura e avevano bisogno di essere nutriti ogni due ore con una siringa. Avrebbero entrambi scalato le mie gambe, appollaiato sul mio petto, urlando per la loro formula. Erano adorabili e ISTANTANAMENTE mi hanno rubato il cuore. Crescevano anche in due dei più grandi gatti domestici che avessi mai visto al di fuori di un Maine Coon. La gente veniva a casa e commentava, specialmente su Daniel, che era il più grassoccio dei due, che sembravano dei cagnolini.

Daniel era il nostro "Walmart Greeter". Ogni volta che la porta si apriva, arrivava al galoppo da qualunque parte della casa fosse fuori nella veranda, miagolava un saluto e correva verso lo straniero sulla porta perché gli dessero attenzione. Ovviamente, con le sue dimensioni, in realtà ha spaventato più di poche persone, specialmente i non-gatti, quando è arrivato da loro. Sarebbe rimasto in veranda finché non gli avessero dato l'attenzione, o finché non se ne fossero andati se non fossero stati dei gatti. Se gli davano l'attenzione, faceva le fusa e poi tornava dentro, felice di aver ottenuto quello che voleva e non riteneva più interessante il visitatore.

Amava l'attenzione e AMATO essere tenuto come un bambino. Lo sollevavo e lui si allungava per tutta la sua lunghezza, il che era considerevole, facendo le fusa, specialmente quando baciavo la sua guancia e si sfregava la faccia contro la mia.

Ogni mattina, quando aprivo la porta, scendeva correndo lungo il corridoio, miagolando e attorcigliandomi i piedi, seguendomi in bagno nella speranza di dargli da mangiare.

Camminava davanti a te ovunque tu andassi (a meno che non stesse facendo un pisolino), ed era abbastanza determinato dal fatto che non riuscivi a stare davanti a lui o ad aver paura di farlo camminare davanti ai tuoi piedi. Inutile dire che molti è stato il momento in cui ci ha quasi inciampato nella sua intensità.

Amava dormire sul letto, con una zampa sugli occhi per bloccare la luce, o stellare sulla schiena in uno sprawl poco adorabile ma assolutamente adorabile che lo avrebbe visto ricevere più coccole e baci.

Si sedeva all'angolo del mio letto e mi fissava mentre ero al computer, inclinando la testa da una parte e dall'altra prima di trillare un miagolio interrogativo come se stesse chiedendo, cosa stai facendo? Perché non stai prestando attenzione a me? Perché non mi dai da mangiare?

Il 26 marzo, mi svegliai per trovarlo seduto in cucina, con due pupille di diverse dimensioni. Sono quasi entrato nel panico. La clinica era chiusa, il veterinario di emergenza era a più di 40 minuti di distanza, io non guidavo e non c'era nessuno lì a prendermi. Così ho cercato su Internet di avere allievi di diverse dimensioni e mi sono terrorizzato con tutto quello che stavo leggendo fino a che non potevo farlo entrare dal veterinario lunedì. Mi è stato detto che probabilmente aveva una lussazione del cristallino e che il normale trattamento era un intervento chirurgico per rimuoverlo. L'intervento sarebbe costato tra $ 3000 e $ 3500 da fare, cosa che non potevo permettermi. Avevo il cuore spezzato al pensiero che il mio bellissimo bambino sarebbe diventato cieco in quell'occhio e che non avrei potuto fare nulla per fermarlo.

Quel venerdì le cose sono passate dal male al peggio assoluto. Il suo respiro aveva iniziato a diventare affannoso e l'ho portato a prendere i raggi X perché pensavo che avrebbe potuto avere la polmonite da aspirazione. Le radiografie mostrarono qualcosa di molto peggiore, e il veterinario mi disse che credeva che il mio bellissimo Daniel avesse un cancro ai polmoni. Che era probabilmente metastatico e che non c'era nulla che potesse essere fatto. Ho portato Daniel a casa completamente inconsolabile sapendo che lo avrei perso.

Una settimana dopo, il 6 aprile (il mio 40 ° compleanno), il mio splendido ragazzo è morto tra le mie braccia. Sono fuori di me dal dolore e sospetto che resterò per molto tempo a venire. Era un gatto molto speciale - non ho mai visto un gatto che fosse così amichevole con chiunque e chiunque, e mi mancherà per tutto il tempo che vivo. E 'stato un assoluto privilegio aver avuto il mio furbaby in vita mia, e non vedo l'ora che lo rivedrò.

Daniel

2004-2017

Se l'amore potesse averti guarito, hai vissuto per sempre <3

Guarda il video: Bella domenica, Daniel Boone, 1972

Loading...

Lascia Il Tuo Commento