Una breve storia del gatto

Trascorriamo le nostre vite con questi magnifici animali domestici ma cosa sappiamo davvero della storia dei gatti? I nostri felini domestici hanno un patrimonio impressionante che vale la pena conoscere. Non solo è affascinante, potrebbe anche aiutarti a capire meglio il tuo amico peloso.

Trascorriamo le nostre vite con questi magnifici animali domestici ma cosa sappiamo davvero della storia dei gatti? I nostri felini domestici hanno un patrimonio impressionante che vale la pena conoscere. Non solo è affascinante, potrebbe anche aiutarti a capire meglio il tuo amico peloso.

Ogni amante dei gatti ammira i grandi felini. Guardando un film naturale, la somiglianza tra leoni o tigri e i nostri gattini addomesticati è spesso sorprendente. Possiamo riconoscere prontamente la camminata, le espressioni facciali, la tecnica di caccia (se non altro guardando i nostri gatti inseguire i giocattoli), e molti altri modelli comportamentali.

Che questi grandi predatori siano membri della stessa famiglia del gatto domestico è fin troppo ovvio. Infatti tutti i gatti moderni, selvatici o domestici, hanno un antenato comune - i miacidi - che hanno camminato su questo pianeta alcune decine di milioni di anni fa. Un antenato più diretto, Felis Lunesis, apparve sul palco dodici milioni di anni fa, e si presume che tutti i piccoli gatti moderni si siano evoluti da quelle specie preistoriche.

domesticazione

Sembra che i primi gatti a vivere vicino alla gente fossero i gatti selvatici africani d'Egitto. Questi gatti erano probabilmente attratti dai topi e dai ratti che riempivano i depositi di cereali egiziani. Apparentemente, gli antichi egiziani apprezzavano molto l'aiuto dei gatti nel controllo dei parassiti. Infatti, adoravano i loro gatti e davano loro un posto centrale nella loro cultura. I gatti erano considerati dei e uccidere un gatto era punibile con la morte.

Si ritiene che i gatti siano stati introdotti in Europa dai commercianti del Mediterraneo. È possibile che i gatti abbiano seguito le rotte commerciali di tutto il mondo, dimostrando di essere inestimabili nel loro ruolo di disinfestatori di parassiti.

Eredità europea

I gatti che abitavano l'Europa durante il Medioevo subirono gravi persecuzioni. Il gatto misterioso, con i suoi sensi superiori e le sue capacità fisiche, era spesso visto come un personaggio diabolico. La stretta compagnia tra gatti e anziane donne solitarie a volte portava ad accuse di stregoneria - sia donne che gatti soffrivano delle conseguenze.

Tempi moderni

Mentre il Medioevo terminava, la popolarità del gatto aumentò nuovamente in Europa e in tutto il mondo. I gatti sono diventati animali domestici ammirati ancora una volta e questa volta non necessariamente per le loro abilità di caccia. Nuove razze esotiche furono importate in Gran Bretagna da tutto l'impero, e il diciannovesimo secolo vide un crescente interesse nell'allevamento e nella rappresentazione di gatti di razza. La prima sfilata ufficiale fu tenuta nel 1871 nel Crystal Palace di Londra.

Durante il ventesimo secolo, e in particolare dagli anni '50, i gatti divennero ancora più amati e amati. Con la sua capacità di adattarsi alle nuove condizioni di vita nella crescente urbanizzazione del mondo moderno, il gatto è ora uno degli animali domestici più popolari al mondo. Negli Stati Uniti e in Europa si stima che i gatti siano ora più popolari dei cani come animali domestici.

Anche la qualità della vita dei gatti domestici aumenta. La ricerca scientifica contribuisce alla creazione di migliori alimenti e cure mediche e anche a una migliore comprensione del comportamento felino. In un ambiente protetto, i gatti oggi possono raggiungere la vecchiaia e possono godere di una relazione protettiva e reciprocamente soddisfacente con gli esseri umani.

Sfortunatamente, la capacità del gatto di sopravvivere in condizioni difficili ha anche creato un serio problema di sovrappopolazione. Troppi gatti finiscono la loro vita come randagi e gatti selvatici che lottano per una misera esistenza, o in rifugi per animali. È nostro dovere come proprietari di gatti di prendersi cura di questa situazione. Se impediamo la nascita di gattini indesiderati, nel lungo periodo la maggior parte dei gatti avrà buone case. Solo allora potremo davvero dire che la storia del gatto ha raggiunto uno stadio felice nel ventunesimo secolo.

Loading...

Lascia Il Tuo Commento